Shell Energy Italia fornisce gas “a 0 emissioni” a Cln

da

Nell’offerta in Italia anche forniture verdi con GO e corporate Ppa da specifici impianti

Shell Energy Italia ha siglato con Cln Group, operatore globale della lavorazione e formatura del metallo e nell’assemblaggio di componenti per l’industria automobilistica, un contratto di carbon offset in base al quale la major fornirà a Cln ad un tempo gas naturale e permessi di emissione di CO2. Si tratta del primo accordo di fornitura combinata di gas naturale e certificati di compensazione volontaria delle emissioni che consentirà alla divisione Ma – che all’interno di CLN si occupa della produzione di componenti per i principali produttori dell’industria automotive – di compensare il 100% di emissioni di CO2 derivanti dalla combustione del gas naturale impiegato nei processi produttivi.

La compensazione avverrà in favore di due progetti di conservazione delle forteste, Cordillera Azul National Park in Perù e Katingan Mentaya Project in Indonesia, entrambi in possesso delle certificazioni internazionali Vcs e Ccba. “L’accordo con Cln Group si inserisce all’interno della più ampia strategia di Shell che si pone al fianco delle aziende per supportarle nel raggiungimento dei loro target ambientali e di sostenibilità”, sottolinea Shell in una nota. “Diverse le soluzioni offerte: fornitura di elettricità e di garanzie d’origine che attestano l’origine rinnovabile delle fonti utilizzate, fornitura di gas associato ai certificati di compensazione volontaria, ma anche contratti di più lungo termine come i Corporate Power Purchase Agreement, che consentono alle Società di acquistare elettricità da specifici impianti rinnovabili”.

“Il progetto Katingan riduce le emissioni per 7,5 milioni di tonnellate di CO2 ogni anno” ha commentato Gabriele Perris Magnetto, a.d. del Gruppo Cln. “La sigla del nostro primo contratto per la fornitura combinata di gas naturale e certificati di compensazione volontaria della CO2 in Italia è un grande esempio di come Shell Energy Italia aiuti i clienti al raggiungimento dei propri obiettivi ambientali”, ha dichiarato Michele Petz, presidente di Shell Energy Italia. “L’accordo con Cln Group è per noi la conferma che in Italia le aziende sono sempre più consapevoli di dover giocare un ruolo centrale e attivo nel limitare le emissioni, applicando strategie per affrontare la sfida del cambiamento climatico. Per questo abbiamo sviluppato un portafoglio di soluzioni capaci di sostenere le aziende che hanno intrapreso un percorso verso la riduzione delle loro emissioni di CO2”.

Fonte: Staffetta Quotidiana