Certificati bianchi

Energy Saving è una E.S.Co. certificata secondo la norma UNI CEI 11352 ed eroga ai propri Clienti un servizio “chiavi in mano” inerente la presentazione dei progetti di efficientamento al GSE ed il relativo follow-up fino all’ottenimento dei certificati bianchi e la conseguente monetizzazione derivante dalla vendita dei certificati sull’apposito mercato gestito da GME.

I certificati bianchi, anche noti come “Titoli di Efficienza Energetica” (TEE), sono titoli negoziabili che certificano il conseguimento di risparmi energetici negli usi finali di energia attraverso la realizzazione di interventi di incremento di efficienza energetica.
Il sistema dei certificati bianchi è stato introdotto nella legislazione italiana dai decreti ministeriali del 20 luglio 2004 e s.m.i. e prevede che i distributori di energia elettrica e di gas naturale raggiungano annualmente determinati obiettivi quantitativi di risparmio di energia primaria, espressi in Tonnellate Equivalenti di Petrolio risparmiate (TEP). Un certificato equivale al risparmio di una tonnellata equivalente di petrolio (TEP).
Le aziende distributrici di energia elettrica e gas possono assolvere al proprio obbligo realizzando progetti di efficienza energetica che diano diritto ai certificati bianchi, oppure acquistando i TEE – sul mercato dei Titoli di Efficienza Energetica organizzato dal Gestore dei Mercati Energetici (GME) – da altri soggetti che, pur non avendo alcun obbligo, decidono volontariamente di realizzare progetti di efficientamento energetico valorizzati mediante il rilascio dei relativi certificati da parte del Gestore dei Servizi Energetici (GSE).
Anche le unità di Cogenerazione ad Alto Rendimento (CAR) possono accedere al sistema dei certificati bianchi secondo le condizioni e le procedure stabilite dal Decreto ministeriale 5 settembre 2011.